Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
3 dicembre 2009 4 03 /12 /dicembre /2009 12:44
Implementazione alla "sanatoria" di settembre 2009.

Ministero dell'Interno.


Circolare 7062 del 1 dicembre 2009
I cittadini che hanno provveduto al pagamento di 500€, tramite F24, entro il 30 settembre 2009, e non hanno ancora inoltrato la domanda di regolarizzazione, possono inviarla entro il 31 dicembre 2009.
La scelta sembra essere giustificata in quanto il contributo può considerarsi come manifestazione espressa di volontà del datore di lavoro di procedere alla regolarizzazione del rapporto con il cittadino extracomunitario.

Circolare n. 6241 del 2 ottobre 2009
I cittadini stranieri che fruiscono delle procedure di emersione del lavoro irregolare di “colf e badanti” non possono uscire dal territorio nazionale, in quando la loro posizione non può essere assimilata a quella di chi è entrato in Italia regolarmente.
Repost 0
30 settembre 2009 3 30 /09 /settembre /2009 14:20
Purtroppo a causa di alcuni cambiamenti effettuati dall'agenzia delle entrate questa estate, non è più possibile accedere al servizio online http://telematici.agenziaentrate.gov.it/Main/index.jsp come società, ma solo come persona fisica.
 
Se siete Rappresentanti di una società, qui di seguito trovate le istruzioni per inserirvi come incaricati.
 
 
 
Repost 0
28 settembre 2009 1 28 /09 /settembre /2009 10:46

REDDITO MINIMO GARANTITO

Scadenza: 30 settembre 2009               Legge Regionale n. 4 /2009

 

Beneficiari: disoccupati, i lavoratori precariamente occupati e gli inoccupati

 

Requisiti

§                età compresa tra i 30 ed i 44 anni.

§                residenza nella Regione Lazio da almeno 24 mesi.

§                iscrizione presso i centri per l’impiego.

 

Limiti di reddito

Non bisogna aver superato gli 8000 euro di reddito nell’anno precedente la domanda di ammissione e non biisogna aver maturato i requisiti per la pensione.

 

Non si può cumulare con altre misure simili di sostegno al reddito

 

I moduli originali si potranno ritirare dal 1° settembre 2009 negli uffici di Poste Italiane Spa del Lazio oppure nel Comune capofila del Distretto socio-sanitario cui appartiene il Comune di residenza del richiedente oppure nel Municipio di appartenenza per chi risiede nel Comune di Roma.

Non saranno valide le domande presentate su moduli NON ORIGINALI

Il modulo non è scaricabile da internet ed è stampato su carta speciale.

 

Dal 15 Ottobre 2009, saranno pubblicate delle graduatorie provinciali provvisorie stilate sui criteri previsti dalle legge regionale Se si risulta beneficiario idoneo finanziato l’interessato dovrà recarsi presso il Centro per l’Impiego di riferimento nel/nei giorno/i indicato nell’avviso delle graduatorie.

Da novembre si procederà, attraverso Poste italiane, all'erogazione del reddito.

 

Repost 0
Published by Italia Idea - in Bonus e anf
scrivi un commento
23 settembre 2009 3 23 /09 /settembre /2009 16:43


 

“Dichiarazione di attività di assistenza e di sostegno alle famiglie” 
Art. 1ter della Legge 102/2009 (conversione del D.L. 78/2009) 


La procedura di emersione riguarda:
                         - colf e badanti “in nero” ,
                         - sia lavoratori comunitari, sia extracomunitari  
                         - anche senza titolo  per soggiornare in Italia.

Per i lavoratori italiani, comunitari e extracomunitari con regolare e valido titolo per soggiornare e lavorare nel nostro Paese la domanda va inoltrata all’INPS.

Per i lavoratori extracomunitari senza valido titolo a soggiornare in Italia la domanda
va inoltrata allo Sportello unico per l’immigrazione.

Pratica per la "sanatoria"

Lo straniero non può essere espulso
Uno dei primi effetti della sanatoria è la sospensione dei procedimenti penali (reato di clandestinità da poco introdotto ) sia per il datore di lavoro, sia per il lavoratore.
.
Tale salvaguardia non vale per gli stranieri destinatari di un provvedimento di espulsione amministrativa per motivi di ordine pubblico , di sicurezza e di terrorismo.
 


 

La sanatoria si apre il 01/09/2009, termine ultimo per la presentazione delle domande è il 30/09/2009. Il rapporto di lavoro da regolarizzare deve essere sorto almeno a far data dal 01/04/2009 e deve permanere alla data di presentazione della dichiarazione di emersione.
Si possono sanare le attività di badanti intese in questo caso come assistenza al datore di lavoro o di componenti della sua famiglia (anche non conviventi) affetti da patologie o handicap che limitano la autosufficienza , e le attività di Colf inteso come lavoro domestico di sostegno al bisogno familiare.

Possono proporre istanza di emersione anche chi abbia presentato la domanda in occasione dei flussi 2007 e non abbia ancora ricevuto risposta.

Il costo della sanatoria a carico del datore di lavoro è di 500,00 Euro per ciascun lavoratore interessato. Tale contributo da versare prima dell’invio della domanda di regolarizzazione non è deducibile ai fini dell’imposta sul reddito e non è oggetto di rivalsa sul lavoratore. Nel caso di irricevibilità, archiviazione o rigetto della domanda il contributo di emersione non sarà restituito. Questo perché tale contributo copre anche il costo dei contributi previdenziali omessi per il trimestre secondo del 2009.

E’ inoltre necessario l’acquisto di una marca da bollo di 14,62 Euro e la certificazione di idoneità alloggiativa nel caso in cui il datore dia alloggio al lavoratore.


DATORI DI LAVORO

La procedura di regolarizzazione può essere utilizzata da datori di lavoro anche extracomunitari, purché in possesso della Carta di soggiorno rilasciata ai familiari di cittadini comunitari, o in possesso del permesso di soggiorno di lungo periodo rilasciato dopo almeno 5 anni di regolare soggiorno,previa dimostrazione della disponibilità di un reddito e di un alloggio adeguato.

Sono equiparati ai datori di lavoro domestico persona fisica anche alcune particolari persone giuridiche: le convivenze di comunità religiose , le convivenze militari  che hanno lavoratori addetti al servizio diretto e personale dei conviventi, nonché le comunità senza fini di lucro, il cui fine è prevalentemente assistenziale. Non vi rientrano gli alberghi, le pensioni, le cliniche private, i collegi-convitti anche se esercitati senza fine di lucro, in quanto la convivenza è mezzo per conseguire finalità educative e non fine a se stessa.


LAVORATORI

Possono essere regolarizzati tutti i lavoratori ad eccezione di quelli per i quali siano stati emessi provvedimenti di espulsione, come indicato sopra, e di lavoratori extracomunitari che non siano in possesso di passaporto o di qualsiasi altro titolo equipollente , il cui elenco tassativo si ritrova nelle norme.

Nel caso di regolarizzazione di lavoratori extracomunitari, ciascun nucleo familiare può regolarizzare fino ad un massimo di 3 lavoratori, così suddivise 1 colf e due badanti, non è quindi regolarizzabile il cosiddetto job-sharing o lavoro ripartito fra due colf.


REGOLARIZZAZIONE DI LAVORATORI ITALIANI, COMUNITARI O EXTRACOMUNITARI GIA’ IN POSSESSO DEL PERMESSO DI SOGGIORNO

Nel caso in cui il lavoratore impiegato da regolarizzare sia italiano, comunitario o extracomunitario già in possesso di un regolare permesso di soggiorno che consenta di svolgere l’attività lavorativa in Italia, l’istanza va presentata all’ INPS, compilando il modello LD-EM2009. L’invio di tale modello assolve contestualmente anche all’obbligo di comunicazione obbligatoria di assunzione ai diversi enti preposti.  Nella domanda vanno indicati i dati anagrafici dei soggetti coinvolti nel procedimento di emersione, la tipologia e modalità di impiego, l’attestazione di occupazione del lavoratore per almeno 3 mesi antecedenti alla data del 30/06/2009 , gli estremi della ricevuta di pagamento del contributo forfettario di Euro 500,00.

Non sono previsti limiti di capacità reddituale da parte del datore di lavoro.

Nel caso dei lavoratori non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia, ulteriore adempimento è la stipula del contratto di soggiorno (modello Q) da inviare entro 5 giorni allo sportello unico per l’immigrazione presso la prefettura-U.T.G.

Per permesso di soggiorno che consente di svolgere lavoro subordinato si intendono i permessi rilasciati per lavoro subordinato non stagionale, lavoro autonomo che consente anche lavoro subordinato; per ricongiungimento familiare , motivi di studio (in questo caso l’orario di lavoro non può essere superiore alle 20 ore settimanali).


REGOLARIZZAZIONE DI LAVORATORI EXTRACOMUNITARI SENZA IL POSSESSO DI VALIDO TITOLO DI SOGGIORNO

Per la regolarizzazione dei lavoratori extracomunitari “clandestini” la domanda va inviata al SUI , ma bisogna distinguere l’attività di lavoro a cui sono adibiti.

Qualora si voglia regolarizzare l’attività di Colf non può essere presentata più di una domanda per nucleo familiare, le istanze in esubero saranno considerate irricevibili secondo l’ordine di presentazione delle stesse. L’orario di lavoro non può essere inferiore alle 20 ore settimanali.

Il datore di lavoro deve possedere una certa capacità reddituale. Per i nuclei familiari monoreddito  il reddito dichiarato non può essere inferiore ai 20.000,00 Euro. Qualora il datore di lavoro non possieda tale capacità reddituale , il reddito complessivo del nucleo familiare dichiarato non può essere inferiore ai 25.000,00 euro.

Nel caso di sanatoria di lavoratori extracomunitari  occupati nell’attività di assistenza a persone non autosufficienti (badanti) , si possono sanare fino a due badanti. Non sono posti limiti di reddito. Resta fermo invece il limite orario di lavoro che non può essere inferiore alle 20 ore settimanali. E’ necessaria un certificato medico che attesti la condizione di limitata o di non autosufficienza. Nel caso di regolarizzazione di due badanti, il certificato deve anche documentare il bisogno di assistenza prestata da parte di due persone. Se la persona non autosufficiente è invalida e possiede il relativo riconoscimento da parte della ASL , non è richiesto alcuna altra certificazione medica.

Gli elementi da indicare per la regolarizzazione di entrambe le figure lavorative, oltre a quelli previsti nella regolarizzazione tramite il canale INPS, sono l’attestazione del possesso di reddito minimo da dichiarare (nel caso di sanatoria delle colf).

Per questo procedimento di emersione la stipula e firma del contratto di soggiorno modello Q viene fatta presso il Sui, al momento della convocazione delle parti. Presso lo sportello unico bisognerà portare anche la certificazione medica, qualora richiesta, oltre a tutta la documentazione che comprovi le dichiarazioni fatte nell’istanza di emersione . Il lavoratore che non conviva con il datore di lavoro deve dimostrare l’idoneità alloggiativa del proprio alloggio e la documentazione ufficiale che attesti la proprietà, o la concessione in affitto o a titolo gratuito dell’alloggio indicato nel contratto di soggiorno.



Pratica per la "sanatoria"

La convocazione delle parti avverrà dopo che il Sui avrà ricevuto dalla Questura il parere sull’insussistenza di motivi ostativi al rilascio del permesso di soggiorno.

Terminata tale fase dovrà essere inviata entro le 24 ore successive la comunicazione di assunzione all'INPS.
Si ricorda l’inoltro entro le 48 ore al commissariato di pubblica sicurezza del modello di cessione di fabbricato, nel caso in cui il datore dia alloggia al lavoratore, anche a titolo oneroso.


SANZIONI

Se si accerta che il lavoro domestico dichiarato nell’istanza di emersione  non sia stato effettivamente prestato e che le dichiarazioni contenute nell’istanza non siano veritiere e, salvo che il fatto costituisca un reato più grave, è prevista l’applicazione della pena per false dichiarazioni a pubblico ufficiale (art. 76 Dpr 445/00).
Qualora il reato è commesso mediante la contraffazione o alterazione dei documenti  si applica la pena della reclusione da uno a sei anni.

In caso di omessa regolarizzazione , l’impiego di lavoratori domestici non regolarmente denunciati comporta l’irrogazione della “maxi sanzione per lavoro nero” (da 1500,00 a 12.0000,00 euro) con la maggiorazione di 150,00 euro per ciascuna giornata di lavoro prestata in nero, e le sanzioni minori previste per ogni adempimento omesso e per le violazioni di norme poste a tutela dei lavoratori. Nel caso di lavoratori “clandestini” si applicano inoltre le sanzioni previste per l’impiego di lavoratori stranieri privi del permesso di soggiorno, e si configura il reato di clandestinità.

 

Riferimenti normativi : D.L 78/2009; Art.1ter Legge 102/2009; Circ.. Min..Lavoro e Min.. Interno n.°10/2009 ; Circ.. Inps 101/2009 ; Risoluzione A.E. 209/E 11/08/2009 .

Repost 0
Published by Consulente Chiara Macale - in Immigrazione e lavoro domestico
scrivi un commento
11 settembre 2009 5 11 /09 /settembre /2009 14:53

 Le principali novità introdotte dal D.LGS 106 del 3/08/2009

 il "Correttivo " al decreto sicurezza 81/2008

 

 

Nelle aziende fino a 5 lavoratori il datore di lavoro può assumere contemporaneamente i ruoli di: 

- RSPP Responsabile del servizio prevenzione e protezione
- Addetto Primo Soccorso (previa formazione) 
 
- Addetto Prevenzione Incendi
(previa formazione)


Quindi in presenza di più di 5 lavoratori, va incaricato un altro soggetto come addetto al Primo Soccorso e alla Prevenzione Incendi.

 


Anche se può suonare un pò ridicolo nel caso di aziende con un solo dipendente, qualsiasi sia il numero dei dipendenti, altra figura che non può mancare è l' RLS Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, che naturalmente deve essere un dipendente (o un parasubordinato, tipo co.prog.).

A secondo della grandezza dell'azienda e del grado di rischo del lavoro, va nominato anche un MC Medico competente.

Le tre figure appena elencate RSPP, RLS, MC e il datore di lavoro, se diverso dall'RSPP, sono i firmatari del DVR Documento di valutazione dei rischi, 

  • certezza della data del DVR attestabile mediante la firma di Datore di Lavoro, RSPP, RLS, MC;
  • introduzione dell’obbligo di tenere conto delle diverse tipologie contrattuali con cui sono inseriti i lavoratori
  • re-introduzione del termine di 90 gg. per la valutazione rischi nelle nuove attività


In caso di nuove elezioni fra i lavoratori, il nuovo RLS, ha naturalmente diritto di consultare il DVR
.

 


 

  

Altre novità :

  • STRESS DA LAVORO – CORRELATO
  • LAVORATORI VOLONTARI
  • COMUNICAZIONE dei NOMINATIVI del RLS
  • SANZIONI: modifica sostanziale dell’impianto sanzionatorio.
  • DELEGA DI FUNZIONI
  • SORVEGLIANZA SANITARIA
  • FORMAZIONE e ADDESTRAMENTO:
  •  “patente a punti” PER GLI EDILI”
Repost 0
Published by Manager della Sicurezza - in Sicurezza
scrivi un commento
22 giugno 2009 1 22 /06 /giugno /2009 15:29

Nel settore dello spettacolo si applicano integralmente le norme sulla comunicazione obbligatoria dei rapporti di lavoro. In particolare, deve essere utilizzato il modello   U N I L A V   per le assunzioni, le proroghe, le trasformazioni, il distacco, il trasferimento e per la cessazione dei contratti di lavoro. Lo precisa il ministero del lavoro nella circolare n. 22/2009

Dal momento che la disciplina dei rapporti di lavoro del settore dello spettacolo è quella prevista per tutti i rapporti di lavoro, ne deriva la necessità di applicare anche in tale settore e integralmente le disposizioni sulla comunicazione obbligatoria (si tratta del sistema informatico on-line comunemente indicato con la sigla Co). Deve essere utilizzato il modello «Unilav» per le assunzioni, le proroghe, le trasformazioni, il distacco, il trasferimento e per la cessazione del rapporto di lavoro.

 

Repost 0
Published by Mac&Can - in Spettacolo
scrivi un commento
25 maggio 2009 1 25 /05 /maggio /2009 11:23


Abbonamento ATAC detraibile sul 730

Da quest’anno sono detraibili anche gli abbonamenti ad i mezzi pubblici.

Vedi elenco documenti 

 

Per chi, avendo fatto l’abbonamento annuale, si ritrovasse nel portafoglio solo un pezzettino di carta oliata non leggibile, può chiamare l’atac per farsi fare un’attestazione di pagamento.


Telefono Atac   06 57003  - servizio 5


http://www.atac.roma.it/

L’Atac fa sapere che:


Abbonamento annuale nominativo

Per usufruire della detrazione, in sede di presentazione del 730, i contribuenti sono tenuti a conservare il titolo di viaggio dalla cui validità è possibile risalire a quando la spesa è stata sostenuta, nel caso di abbonamento in formato elettronico è necessario conservare la ricevuta dell'avvenuta ricarica.


Pur garantendo la lavorazione di tutte le richieste che perverranno al Card Centre, ricordiamo agli utenti che faranno domanda di riemissione dello scontrino dopo il 15 maggio 2009, che  non potranno utilizzare tale documentazione ai fini delle detrazioni previste dalla dichiarazione dei redditi (salvo proroghe).



Inoltre
Per gli abbonamenti non nominativi (ad es.

 

Abbonamento mensile impersonale) sarà inoltre necessario sottoscrivere una autocertificazione che dichiari che il titolo è stato acquistato per se stessi o per un familiare a carico. L'autocertificazione può non essere autenticata se accompagnata da fotocopia del documenti di identità.
Repost 0
8 maggio 2009 5 08 /05 /maggio /2009 00:42

Dal 28 aprile è in vigore l'iva per cassa.

L'art. 7 del DL 185/2008, ha introdotto il principio secondo il quale l'imposta diviene esigibile all'atto del pagamento dei corrispettivi, per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate nei confronti di cessionari o committenti che operano con la qualifica di soggetti IVA. Il regime, facoltativo, può essere applicato solo nel caso in cui il volume d'affari non superi i 200.000 euro.



Se si vuole usufruire di tale nuova agevolazione sulla fattura

 

si deve apporre la dicitura:

 

            IVA ad esigibilità differita ex articolo 7, DL 185/08”

Requisiti:
- meno di 200mila euro di volume di affari
- fatture nei confronti di chi esercita attività di impresa arte o professione
-esclusi i regimi speciali (agricoli o reverse charge) sia come fornitori, sia come clienti

Attenzione, decorso un anno, l'iva va pagata comunque, anche se la fattura non è incassata.



Repost 0
8 maggio 2009 5 08 /05 /maggio /2009 00:31



Esempio:
Se possedete due immobili, e ne avete dato uno in uso gratuito a vostro figlio, che ci ha messo la residenza, per questo appartamento dovete pagare l'ici.
In molti comuni la pagherete con un'aliquota agevolata
.

Il comune di Roma, ha specificato che per l'uso gratutito dato ai figli non si paga l'ici, mentre per l'uso gratuito al coniuge si paga e si paga con l'aliquota ordinaria.




Attenzione molti comuni (tipo Ladispoli e Canale Monterano) stanno richiedendo i tributi ici del 2008, per la casistica degli immobili dati in uso gratuito a parenti, per i quali l'anno scorso il contribuente non ha pagato l'ici.

Repost 0
19 marzo 2009 4 19 /03 /marzo /2009 09:07

730 2009

Il modello 730, sono ormai anni che non è più un modello semplificato rispetto all’Unico (ex 740).


Il suo principale fascino risiede nel fatto che la liquidazione delle imposte e dei rimborsi è espletata dal sostituto d’imposta.


Condizione fondamentale, quindi, per poter usufruire del 730 è avere un sostituto d’imposta da giugno a dicembre 2009.


Altro requisito è il non essere stato titolare di partita Iva nel 2008.

 


Novità assolute

  • ABBONAMENTI MEZZI PUBBLICI: detrazione del 19% sugli abbonamenti al trasporto pubblico locale, fino ad un massimo di 250,00 euro di spesa (detrazione massima quindi di 48,00 euro)
  • AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE DOCENTI: detrazione del 19% per tutti i docenti su una spesa massima di 500,00 euro, per l’acquisto di materiale inerente la propria materia e la partecipazione a corsi di formazione.

  • DETRAZIONE RISCATTO ANNI DI LAUREA DEI FAMIGLIARI A CARICO: i contributi per il riscatto degli anni di laurea versati dai famigliari fiscalmente a carico, che non hanno mai lavorato e non sono iscritti a nessun ente di previdenza, sono detraibili al 19%; i propri contributi rimangono deducibili.

 

Implementazioni

  • Aumenta a 4.000,00 euro il tetto su cui calcolare la detrazione del 19% degli interessi pagati sui mutui per l’acquisto dell’abitazione principale.
  • Prorogate le agevolazioni fiscali per l’acquisto di frigoriferi con classe energetica innovativa e la detrazione del 55% sul risparmio energetico; ti consigliamo di leggere il nostro articolo sul Risparmio Energetico
  • Dal 2008 sono validi solo gli scontrini parlanti!!!!!!
  • Bonus famiglia, chi non ne ha già fatto richiesta al sostituto d’imposta o all’agenzia delle entrate può richiederlo con il 730 (o l’Unico)
  • La detrazione d'imposta per i canoni di affitto degli stuenti fuori sede, si applica anche ai contratti di ospitalità con gli enti per il diritto allo studio.

 


Dal 730 2008


SPESE PER ADDETTI ALL’ASSISTENZA PERSONALE

Pertanto, andranno indicate nel nuovo rigo E15 le spese sostenute, nel corso del 2007, per gli addetti all’assistenza personale nell’ipotesi di non autosufficienza nel compimento degli atti di vita quotidiana.

La detrazione, che spetta anche in relazione alle spese sostenute per gli altri familiari (anche non a carico) è calcolata su un limite massimo pari a € 2.100,00 ed è fruibile solo se il reddito complessivo non supera € 40.000,00.


SPESE PER ATTIVITÀ SPORTIVE DEI RAGAZZI

Nel rigo E16 deve essere indicata la nuova detrazione d’imposta per le spese per attività sportive praticate dai ragazzi di età compresa tra i 5 ed i 18 anni, non superiore a € 210,00 per ciascun ragazzo ed anche se sostenute dal contribuente nell’interesse di altri familiari fiscalmente a carico.


SPESE PER INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE

Nel nuovo rigo E17 devono essere indicate le spese per intermediazione immobiliare sostenute nel 2007, per i compensi e le commissioni immobiliari corrisposte agli intermediari per l’acquisto dell’immobile da adibire ad abitazione principale.


CANONI DI LOCAZ. STUDENTI UNIVERSITARI FUORI SEDE

Spese per canoni di locazione sostenute dagli studenti universitari iscritti ad un corso di laurea presso una università situata in un Comune diverso da quello di residenza.


ALTRI ONERI

- “31” le erogazioni liberali a favore degli istituti scolastici di ogni ordine e grado, sia statali che paritari, senza scopo di lucro, finalizzate all’innovazione tecnologica, all'edilizia scolastica ed all'ampliamento dell'offerta formativa;

- “32”, gli importi sostenuti nel 2007 dai docenti per l’acquisto di un PC nuovo di fabbrica, nel limite massimo di spesa di € 1.000,00.


INTERVENTI PER RISPARMIO ENERGETICO -
(DETRAZIONE 55%)


DETRAZIONI PER CANONI DI LOCAZIONE

- di alloggi adibiti ad abitazione principale ;

- giovani (tra i 20 ed i 30 anni) di alloggi adibiti ad abitazione principale.

Entrambe le detrazioni sono riferite a qualsiasi tipo di contratto stipulato ai sensi della Legge n. 431/1998. L’Agenzia delle entrate ha stabilito, già dallo scorso anno, con una circolare, che tutti i tipi di contratto di locazione (per abitazione principale) sono detraibili, poiché la L.431/98 è nata in sostituzione di tutte le modalità di affitto prima vigenti.


Altre notizie su cui prepareremo presto degli articoli, riguarderanno:
- Tassazione del lavoro straordinario
- Dividendi derivanti da partecipazioni qualificate
- Restituzione bonus incapienti

Repost 0

Presentazione

  • : Macale e Cannarozzi
  • Macale e Cannarozzi
  • : Studio fiscale e di consulenza del lavoro
  • Contatti

Link