Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
12 luglio 2017 3 12 /07 /luglio /2017 15:23

Il super ammortamento può essere applicato soltanto sui beni ammortizzabili, cioè quei beni, il cui costo è ripartito su più esercizi, poiché la loro utilità non si esaurisce in un unico esercizio.

Oltre la normale quota di ammortamento, la ditta può detrarre il 40% della quota di ammortamento.

Attenzione però: alla luce di quanto previsto dalla Legge di Stabilità 2016 il super ammortamento al 140 per cento potrà essere utilizzato solo sui

beni il cui coefficiente di ammortamento civilistico è pari o superiore al 6,5%

L’ultima Legge di Bilancio ha confermato tale disposizione anche per il 2017.

Repost 0
Published by Italia Idea
21 marzo 2017 2 21 /03 /marzo /2017 12:49

 

1. Definizione delle modalità di presentazione dell’istanza di attribuzione del credito d’imposta per le spese di videosorveglianza, previsto dall’articolo 1, comma 982, della legge 28 dicembre 2015, n. 208

1.1 Le persone fisiche che intendono beneficiare del credito d’imposta per le spese sostenute per l’installazione di sistemi di videosorveglianza digitale o di sistemi di allarme nonché per quelle connesse ai contratti stipulati con istituti di vigilanza sono tenute a presentare apposita istanza all’Agenzia delle entrate. Il credito d’imposta spetta per le spese sostenute nell’anno 2016 in relazione ad immobili non utilizzati nell’esercizio di attività d’impresa o di lavoro autonomo; per le spese sostenute in relazione agli immobili adibiti promiscuamente all’esercizio d’impresa o di lavoro autonomo e all’uso personale o familiare del contribuente il credito d’imposta spetta nella misura del 50 per cento.

Credito Videosorveglianza

 

Repost 0
Published by Italia Idea - in Dichiarazione dei redditi
16 novembre 2016 3 16 /11 /novembre /2016 12:24

Il DM 1 settembre 2016 del Ministero dell’Economia e delle finanze, attuativo dell’articolo 3 comma 4 del D.lgs 175/2014 estende, a partire dal 1° gennaio 2016, a nuovi soggetti l’obbligo dell’invio al Sistema TS, ai fini della dichiarazione dei redditi precompilata, dei dati di spesa sanitaria sostenuta dai cittadini.

 Psicologi  Tecnici Radiologi  Ostetrici e Ostretiche  Infermieri  Medici Veterinari

oltre a naturalmente medici e dentisti, che già la inviano dallo scorso anno.

I richiedenti possono ottenere le credenziali di accesso al Sistema TS accedendo al sito del sistema TS www.sistemats.it nella sezione “730 – Spese Sanitarie/Registrazione-Accreditamento”.

Iscriversi è semplice, ma è importante possedere una pec, cioè un indirizzo di posta elettronica certificato, solitamente gli ordini professionali mettono a disposizione convenzioni con i servizi di pec.

La presenza dell’indirizzo di posta certificata corretta rappresenta un vincolo per il completamento della procedura e per ricevere qualsiasi comunicazione da parte del Sistema TS

Un buon servizio di pec è quello di Register, che permette di inserire l'opportunità di essere avvisati tramite sms quando arriva una nuova email.

http://www.register.it/pec/index.html

 

La trasmissione dei dati deve essere effettuata entro il 31 gennaio dell’anno successivo (ad es. per le spese sanitarie sostenute nell’anno 2016, la trasmissione telematica dei relativi dati deve essere effettuata entro il 31/1/2017), come indicato dal DM 31/7/2015.

Leggi i commenti

Repost 0
Published by Italia Idea - in Dichiarazione dei redditi
4 luglio 2016 1 04 /07 /luglio /2016 09:39
Fattura pubblica amministrazione - nuovo canale

Dal sito dell'Agenzia delle Entrate è attivo un nuovo canale per trasmettere le fatture alla Pubblica Amministrazione.

Link informazioni

Il link di riferimento per la normativa rimane www.fatturapa.gov.it/

Per poter usufruire del nuovo canale occorre iscriversi a Fisconline o delegare un intermediario abilitato, come questo studio.

Repost 0
Published by Italia Idea - in Rapporti con la PA
23 giugno 2016 4 23 /06 /giugno /2016 13:47
Detrazione spese di istruzione

19% detrazione "spese scolastiche"

Spese di istruzione per la frequenza delle scuole d'infanzia, scuola primaria e secondaria

(fino ad un massimo di 400 euro)

(righi da RP8 a RP14, codice 12)
  • Spese d'istruzione per scuole materne

  • Spese d'istruzione per scuole elementari

  • Spese d'istruzione scuole medie inferiori

  • Spese d'istruzione per scuole medie superiori

Spese per l'istruzione universitaria

(vedi anche post su università non statali)

(righi da RP8 a RP14, codice 13)

Spese sostenute dai genitori per la frequenza di asili nido da parte dei figli

(fino ad un massimo di 600 euro)

(righi da RP8 a RP14, codice 33)
Repost 0
Published by Italia Idea - in Dichiarazione dei redditi
10 giugno 2016 5 10 /06 /giugno /2016 11:14
Detrazione retta università non statali

La detrazione per le università non statali, non deve superare l'importo massimo della tassa stabilita per le università statali.

Quindi si deve cercare il costo massimo del corso di laurea dell'università statale della città dove si trova l'università privata che il contribuente frequenta.

______________________________________________________________________________

Le tabelle per stabilire l'importo deducibile, si possono trovare nel DECRETO MINISTERIALE

_______________________________________________________________________________

Repost 0
Published by Italia Idea - in Dichiarazione dei redditi
26 maggio 2016 4 26 /05 /maggio /2016 11:16
Bonus acquisto strumenti musicali legge n. 208 /2015

Bonus acquisto strumenti musicali - articolo 1, comma 984, della legge n. 208 del 28/12/2015

L’articolo 1, comma 984, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, riconosce, per il 2016, a favore degli studenti dei conservatori di musica e degli istituti musicali pareggiati un contributo per l’acquisto di uno strumento musicale nuovo, coerente con il corso di studi, anticipato dal rivenditore sotto forma di sconto sul prezzo di vendita. Lo sconto è rimborsato al rivenditore sotto forma di credito d’imposta di pari importo, da utilizzare in compensazione ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e successive modificazioni.

Link circolare Agenzia Entrate

Repost 0
Published by Italia Idea - in Bonus e anf Spettacolo
21 marzo 2015 6 21 /03 /marzo /2015 12:48

 

Segnaliamo questo interessante articolo:

Il 12 marzo 2015, in Commissione Finanze della Camera, è stata presentata un’interrogazione parlamentare circa l’obbligo di fatturazione elettronica nei confronti della Pa da parte degli enti non proft che, non essendo titolari di partita Iva, non emettono fatture ma semplici note di debito verso la Pubblica amministrazione (Asl, ordini professionali, scuole, ecc.).

 

http://www.associazioniinrete.it/niente-fattura-elettronica-alla-pa-per-gli-enti-non-profit-privi-di-partita-iva/

Repost 0
Published by Italia Idea - in Terzo Settore
16 marzo 2015 1 16 /03 /marzo /2015 10:19

 

I voucher per lavoro domestico sono da utilizzare nel caso abbiate bisogno di un aiuto in casa saltuariamente, e possono essere acquistati presso gli uffici postali o i tabaccai.


Viene usato il termine lavoro accessorio, invece di domestico, perché possono usufruirne anche le aziende, sia per servizi di pulizia, sia per brevi sostituzioni di personale assente.*

 


Si consiglia vivamente l'uso di voucher, invece di ricorrere a pagamenti in nero, poiché i costi sono contenuti e sia il committente, sia il lavoratore sono tutelati in caso di infortunio e controversie.


I voucher o Buoni Lavoro, hanno un taglio di 10,00 euro, di cui 7,50 vanno al lavoratore e il resto sono contributi.



Per ora i compensi pagati tramite voucher non contribuiscono a formare il reddito fino ad un massimo di 2.000 euro per un solo committente e 5.000 euro complessivi nell'anno.

 


Anche per i voucher, come per le normali assunzioni, avrete bisogno della documentazione del lavoratore, in particolar modo documento d'identità (con residenza/domicilo in Italia) e il codice fiscale.

 


Acquistato il voucher con cui pagherete il lavoratore, dovrete fare una segnalazione telematica tramite il sito dell'Inps.



Se volete gestire i voucher per conto vostro vi segnaliamo questa pagina del sito Inps con tutte le istruzioni:

https://servizi.inps.it/servizi/poa/form/defaultinternet.aspx

 

 

Altrimenti potete rivolgervi ad intermediari (compreso questo studio) e delegare loro la segnalazione all'Inps; in caso di dimenticanza si può fare la segnalazione lo stesso giorno della prestazione, ma si consiglia comunque di farlo con 3/5 giorni di anticipo.

http://www.fiscalteam.it/colf.htm


 

*naturalmente non possono essere sostituiti dipendenti in sciopero!


Repost 0
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 20:44

Gentili Clienti, 

 anche il 2015 (  è una  tradizione) è un anno ricco di novità.

 A tal fine cercheremo di predisporre una circolare informativa per illustrare  alcune delle principali novità introdotte dalla Legge di stabilità 2015 e dalle altre Leggi di “fine anno”.

 Riteniamo peraltro opportuno segnalare  con urgenza le novità inerenti la certificazione unica.

 

La Certificazione Unica

 L’art. 2 D. Lgs. N. 175/2014 ha introdotto, già a decorrere dall’anno 2015, la cosiddetta “Certificazione Unica”.

 In pratica i sostituti d’imposta (tutti coloro i quali, cioè, trattengono delle ritenute nei confronti di altri soggetti, siano essi dipendenti, ma anche professionisti o agenti/sub-agenti,ecc.), devono rilasciare la sopra citata “Certificazione Unica” che va a sostituire integralmente i CUD (che andavano rilasciati ai dipendenti) e le certificazioni (che invece venivano rilasciate agli “autonomi”).

 La novità sembrerebbe essere di poco conto: ad una specifica modulistica (CUD o certificazione) se ne sostituisce un’altra (Certificazione Unica).

 In realtà la novità di maggiore impatto sta nel fatto che ogni Certificazione Unica dovrà essere inviata al soggetto che ha subito le ritenute entro il 28 febbraio e trasmessa telematicamente all’Agenzia delle Entrate entro il 9 marzo.

 

Di fatto entro il 9 marzo di quest’anno dovrà essere già predisposta la Dichiarazione dei Sostituti d’imposta.

 Faccio presente che ogni sostituto d’imposta dovrà inviare tante Certificazioni Uniche quanti sono i soggetti sostituiti (ad esempio per le parcelle che sono state pagate a questo studio nel corso dell’anno 2014 dovrà essere compilata ed inviata telematicamente una Certificazione Unica).

 Il motivo della presente mail, oltre a rendere tutti Voi edotti della buona novella, è quello di sollecitare la consegna allo Studio della residua documentazione relativa all’anno 2014, di modo che si possa per tempo procedere con le ultime registrazioni contabili e con la predisposizione delle Certificazioni Uniche.

 

Faccio presente che il mancato o errato invio di ogni singola Certificazione Unica comporta l’applicazione di una sanzione di € 100,00 (cento/00).

 

Con discutibile interpretazione l’Agenzia delle Entrate, nel corso del video convegno organizzato giovedì 29 gennaio 2015 da Il Sole 24 Ore, ha precisato che in merito a tali sanzioni non trovano applicazione né il divieto del cumulo materiale (cioè per ogni “errore” si pagano € 100,00 e non, come previsto da un principio generale in materia di sanzioni, a prescindere dal numero di “errori” € 100,00 maggiorate del 25%), né il “ravvedimento operoso” (e, di conseguenza, allo stato attuale il 9 marzo è il termine primo ed ultimo per inviare le suddette Certificazioni).

 Vi chiedo, pertanto, di far pervenire allo Studio la documentazione di cui sopra entro e non oltre venerdì 6 febbraio 2015, tenuto conto del fatto che entro lunedì 2 marzo 2015 dovranno anche essere predisposte ed inviate le Comunicazioni Annuali dei Dati IVA per l’anno 2014.

 

 Cordiali  Saluti

 

Studio Macale e Cannarozzi

Repost 0
Published by Roberto Macale - in Dichiarazione dei redditi
scrivi un commento

Presentazione

  • : Macale e Cannarozzi
  • Macale e Cannarozzi
  • : Studio fiscale e di consulenza del lavoro
  • Contatti

Link