Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
18 marzo 2009 3 18 /03 /marzo /2009 22:17

 

Questo studio. richiede sia la documentazione in originale sia in fotocopia.

  • Documento d’identità (sia dichiarante, sia coniuge)

  • Codice Fiscale (dichiarante, coniuge e persone a carico)

Altri documenti da portare

 Contratto di acquisto di immobili acquistati nell’anno d’imposta

 Contratto di affitto (L.431/98)

 Dichiarazione dell’anno precedente

 C.U.D. e altre certificazioni di reddito

 Redditi di capitale non a titolo d’imposta.

 Spese sanitarie

 nel caso di figli specificare la percentuale a carico spettante

  • per gli scontrini senza ricetta compilare l’autocertificazione, (la trovate in formato xls e pdf sulla pagina web dei Servizi caf)  dal 2008 sono scaricabili solo gli scontrini parlanti.

 donazioni Ospedale Galliera per il registro donatori midollo osseo

 Spese per persone diversamente abili (anche le spese per interpretariato sordomuti)

 Spese veterinarie

 Interessi su mutui ipotecari (dovrete portarci anche il contratto di stipula)

 Ass.Vita/infortuni (con specifica dell’anno di stipula)

 Spese funebri

 Spese d’istruzione

 Assicurazione veicoli (con specifica SSN)

 Altri contributi previdenziali

 Erogazioni liberali (partiti, onlus, adozione)

 Contributi Colf (c/c pagati nell’anno d’imposta)

 Assegno mantenimento coniuge e sentenza del giudice

 Spese sostenute per la gestione dei microasili e dei nidi nei luoghi di lavoro.

 F24 relativi ad acconti per l’anno corrente

(specificare l’ammontare degli interessi per versamenti in ritardo)





Destinazione 8 per mille e del 5 per mille

Importante apporre firma su precompilato o consegnare in busta chiusa.



Compilare un’autocertificazione (o indicarlo sul precompilato rigo F7) se si desidera non pagare acconti o suddividere il debito Irpef in più rate: massimo 5.




Detrazione 36% o 41% o 55%

  • Obbligo di ripartire lo sconto Irpef in 10 quote annuali per gli interventi di ristrutt.edilizia effettuati dal 2002

  • Estensione dello sconto all’acquisto di immobili in edifici ristrutturati e alla manutenzione di boschi.

Per usufruire della detrazione del 36% occorre la dichiarazione dell’amministratore del condominio o (nel caso di abitazione singola) i bonifici bancari con specifica causale.



 

Ulteriori dati da dichiarare

  • Dati del sostituto che gestirà gli eventuali crediti o debiti (datore di lavoro da Luglio anno corrente).

  • Dati dei terreni (vanno inseriti separati)

  • Dati dei fabbricati (al netto della rivalutazione)

Vi consigliamo di richiedere i certificati catastali presso il catasto o la seconda circoscrizione in Via Diredaua.

Repost 0
18 marzo 2009 3 18 /03 /marzo /2009 15:40

Risparmio energetico 55%

Per chi ha fatto i lavori fino al 2008, la normativa rimane invariata e le rate possono andare da 3 a 10, a scelta del contribuente.


Dal 2009 la detrazione andrà obbligatoriamente suddivisa in 5 anni.

Conviene quindi, dividere la ristrutturazione in più annualità.


Visitate la pagina caf del nostro sito, dove si trova un collegamento con l’Enea.


E’ comunque indispensabile inviare la comunicazione all’agenzia delle entrate, via telematica, registrandovi sul sito dell’Enea.


La comunicazione è da fare entro 90 giorni dall’esecuzione dei lavori.


La documentazione prevista dal decreto può essere redatta da un qualsiasi tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed impianti nell'ambito delle competenze ad esso attribuite dalla legislazione vigente ed iscritto allo specifico Ordine o Collegio professionale.

Nelle regioni in cui vige una legislazione regionale apposita, invece, i tecnici sono soggetti a detta legislazione. Le parcelle dei professionisti sono comunque anch'esse detraibili al 55%.


Registrazione sito Enea

Coloro che hanno solo redditi soggetti ad un’imposta fissa del 20%  e i contribuenti minimi, non possono usufruire della detrazione.



Repost 0
18 marzo 2009 3 18 /03 /marzo /2009 11:46
  • Residenti in Italia

Possono richiederlo i lavoratori dipendenti (o assimiliati) e chi ha svolto un lavoro autonomo in modo saltuario (redditi diversi senza partita Iva).


Ne sono esclusi i professionisti e gli imprenditori, ed anche chi ha redditi di partecipazione.




Importo bonus

Nucleo familiare

Reddito complessivo

200,00

1

15.000

(redditi di pensione)

300,00

2

17.000

450,00

3

17.000

500,00

4

20.000

600,00

5

20.000

1.000,00

maggiore di 5

22.000

1.000,00

con un famigliare diversamente abile

35.000

 


Test per il bonus famiglia


Modello di domanda

Repost 0
Published by Mac&Can - in Bonus e anf
scrivi un commento
18 marzo 2009 3 18 /03 /marzo /2009 11:39


Torna migliorato l’ammortizzatore sociale che accompagna fino alla pensione coloro che lasciano definitivamente l’attività.


L’indennizzo è quindi incompatibile con lo svolgimento di qualsiasi attività di lavoro, ma non con l’eventuale pensione già percepita dal commerciante al momento della domanda.

 



Requisiti

 

  • un’età minima di 62 anni per gli uomini e 57 per le donne
  • cinque anni di iscrizione nella gestione commercianti come titolare o coadiuvante
  • la cessazione dell’attività e la riconsegna delle licenze (tali documenti vanno allegati alla domanda)

 



 

L’assegno di indennizzo sarà pari a quello di pensione minima (458,20 euro nel 2009) e sarà erogato fino al momento in cui il commerciante avrà diritto alla pensione di vecchiaia.


I periodi in cui viene riscosso l’assegno, si considerano ai fini pensionistici, solo per il raggiungimento del diritto, non vanno quindi ad incrementare la pensione di vecchiaia maturata al momento della domanda.

 

Repost 0

Presentazione

  • : Macale e Cannarozzi
  • Macale e Cannarozzi
  • : Studio fiscale e di consulenza del lavoro
  • Contatti

Link