Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
26 maggio 2016 4 26 /05 /maggio /2016 11:16
Bonus acquisto strumenti musicali legge n. 208 /2015

Bonus acquisto strumenti musicali - articolo 1, comma 984, della legge n. 208 del 28/12/2015

L’articolo 1, comma 984, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, riconosce, per il 2016, a favore degli studenti dei conservatori di musica e degli istituti musicali pareggiati un contributo per l’acquisto di uno strumento musicale nuovo, coerente con il corso di studi, anticipato dal rivenditore sotto forma di sconto sul prezzo di vendita. Lo sconto è rimborsato al rivenditore sotto forma di credito d’imposta di pari importo, da utilizzare in compensazione ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e successive modificazioni.

Link circolare Agenzia Entrate

Repost 0
Published by Italia Idea - in Bonus e anf Spettacolo
scrivi un commento
28 luglio 2012 6 28 /07 /luglio /2012 16:50

SCARICA LE DOMANDE PER IL CONCORSO 

 

PROFILO A) 

Addetto al supporto delle attività interculturali nell’ambito dei servizi offerti da Zètema

Progetto Cultura S.r.l. all'Istituzione Biblioteche di Roma Capitale

PROFILO A1) lingua tedesca

PROFILO A2) lingua portoghese

PROFILO A3) lingua cinese

PROFILO A4) lingua francese

PROFILO A5) lingua araba

PROFILO A6) lingua spagnola

 

PROFILO B)

Addetto al supporto nella gestione del punto d’ascolto dei servizi informativi di Roma

Capitale gestiti da Zètema Progetto Cultura S.r.l.

 

PROFILO C)

Addetto alle attività di supporto alla promozione, organizzazione e realizzazione di eventi e

iniziative per agevolare l'accesso alla cultura e promuovere la lettura nell'ambito delle

attività svolte per l'Istituzione Biblioteche di Roma Capitale

C1) addetto alle attività per l’infanzia

C2) addetto alle attività per i soggetti con disabilità o in condizione di disagio psichico

 

PROFILO D)

Figura di supporto agli uffici per il monitoraggio e la gestione delle iniziative dirette a

garantire l’accessibilità dei disabili a tutti i servizi offerti da Zètema per Roma Capitale

 

PROFILO E)

Figura di supporto agli uffici nella gestione dei dati del personale di Zètema Progetto

Cultura S.r.l.

 

PROFILO F)

Figura di supporto agli uffici nelle relazioni con gli enti no profit, del terzo settore e le

imprese culturali e sociali.

 

PROFILO G)

Addetto alla segreteria dell’ufficio legale di Zètema Progetto Cultura S.r.l.

 

PROFILO H)

Addetto al servizio di prevenzione e protezione dei rischi sui luoghi di lavoro

 

PROFILO I)

Addetto al supporto delle attività di fund raising per opere pubbliche

 

Repost 0
Published by Italia Idea - in Spettacolo
scrivi un commento
2 dicembre 2010 4 02 /12 /dicembre /2010 11:30

 

10 dicembre – Denuncia Fondo Giornalisti

 

http://www.fondogiornalisti.it/

 

 

 

Entro il 10 DICEMBRE 2010

Scade il termine per versare i contributi dovuti sulle retribuzioni corrisposte a novembre.

Sempre il 10 va inoltrata, con modalità telematica, la lista di contribuzione relativa alla posizione individuale dei giornalisti iscritti al Fondo.

 


 

 

 

 

ENTRO IL 31 DICEMBRE 2010 VANNO COMUNICATI
I CONTRIBUTI NON DEDOTTI VERSATI AL FONDO NELL’ANNO PRECEDENTE.
LA CIFRA DA COMUNICARE LA SI TROVA SUL CUD
I giornalisti interessati devono comunicare al Fondo (MODULO COMUNICAZIONE CONTRIBUTI NON DEDOTTI) entro il prossimo 31 dicembre l’eventuale importo dei contributi 2009 che non siano stati fiscalmente dedotti poichè eccedenti la deducibilità prevista dalla vigente normativa (€ 5.164). La cifra del contributo non dedotto viene computata direttamente dall’azienda che la specifica nel modello CUD al rigo 45. Se la casella non contiene alcuna cifra, vi invitiamo a non inviare il modulo.


 

 

da Ipsoa del 16/06/2010

 

Con il recente rinnovo del Contratto Nazionale di Lavoro Giornalistico è stato istituito un Fondo di perequazione a tutela delle prestazioni previdenziali dei giornalisti pensionati e dei superstiti titolari di pensione di reversibilità, per il cui finanziamento è previsto un contributo a carico dei giornalisti professionisti e pubblicisti.

Per il finanziamento del Fondo, a partire dal gennaio 2010 il CNLG prevede che l’editore tratterrà sulla retribuzione di ogni giornalista un contributo mensile di 5,00 euro, che verserà all’INPGI con modalità analoghe a quelle previste per le assicurazioni sociali obbligatorie.

L’INPGI ha deliberato (atto n. 139 del 17/12/2009, approvato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con nota n. 24/IX/0006726 del 31/03/2010 ) l’istituzione del contributo a carico di tutti i giornalisti professionisti e pubblicisti titolari di un rapporto di lavoro regolato dall’art. 1 del CCNL giornalistico FIEG/FNSI.

Tale contributo è dovuto anche dai giornalisti (pubblicisti e professionisti) titolari di un rapporto di lavoro regolato dagli art. 2 e 12 del predetto CCNL, nonché da quelli inquadrati ai sensi dell’art. 36 (pubblicisti nelle redazioni decentrate), la cui retribuzione mensile risulti almeno pari a quella minima contrattuale prevista per il redattore con più di 30 mesi di anzianità.

Il predetto contributo – che non è dovuto dai praticanti giornalisti – è trattenuto dal datore di lavoro ed è versato all’INPGI con le stesse modalità e termini delle altre contribuzioni sociali obbligatorie.

Il versamento, riferito ai periodi dal 1/01/2010 al 31/03/2010, potrà essere effettuato, senza l’aggravio di somme aggiuntive, entro il 16/06/2010. A tal fine, i datori di lavoro dovranno quantificare gli importi dovuti e procedere, per ogni singolo mese, al versamento dei relativi importi mediante F24-accise, utilizzando il codice tributo C002 ed indicando il mese di riferimento.

Non sarà, pertanto, necessaria la rielaborazione delle denunce mensili già predisposte ed inoltrate entro il mese di aprile 2010.

Le denunce contributive relative ai periodi di gennaio, febbraio e marzo 2010 che saranno eventualmente elaborate in ritardo – predisposte, quindi, dopo aver effettuato il predetto aggiornamento della procedura DASM (versione 4.0.2 o successiva) – prevederanno già il calcolo del nuovo contributo mensile. In tal caso, sarà quindi sufficiente provvedere al pagamento dell’intero importo della denuncia, utilizzando gli appositi codici tributo (C001 o C002).

Repost 0
Published by Italia Idea - in Spettacolo
scrivi un commento
22 giugno 2009 1 22 /06 /giugno /2009 15:29

Nel settore dello spettacolo si applicano integralmente le norme sulla comunicazione obbligatoria dei rapporti di lavoro. In particolare, deve essere utilizzato il modello   U N I L A V   per le assunzioni, le proroghe, le trasformazioni, il distacco, il trasferimento e per la cessazione dei contratti di lavoro. Lo precisa il ministero del lavoro nella circolare n. 22/2009

Dal momento che la disciplina dei rapporti di lavoro del settore dello spettacolo è quella prevista per tutti i rapporti di lavoro, ne deriva la necessità di applicare anche in tale settore e integralmente le disposizioni sulla comunicazione obbligatoria (si tratta del sistema informatico on-line comunemente indicato con la sigla Co). Deve essere utilizzato il modello «Unilav» per le assunzioni, le proroghe, le trasformazioni, il distacco, il trasferimento e per la cessazione del rapporto di lavoro.

 

Repost 0
Published by Mac&Can - in Spettacolo
scrivi un commento

Presentazione

  • : Macale e Cannarozzi
  • Macale e Cannarozzi
  • : Studio fiscale e di consulenza del lavoro
  • Contatti

Link