Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
16 marzo 2015 1 16 /03 /marzo /2015 10:19

 

I voucher per lavoro domestico sono da utilizzare nel caso abbiate bisogno di un aiuto in casa saltuariamente, e possono essere acquistati presso gli uffici postali o i tabaccai.


Viene usato il termine lavoro accessorio, invece di domestico, perché possono usufruirne anche le aziende, sia per servizi di pulizia, sia per brevi sostituzioni di personale assente.*

 


Si consiglia vivamente l'uso di voucher, invece di ricorrere a pagamenti in nero, poiché i costi sono contenuti e sia il committente, sia il lavoratore sono tutelati in caso di infortunio e controversie.


I voucher o Buoni Lavoro, hanno un taglio di 10,00 euro, di cui 7,50 vanno al lavoratore e il resto sono contributi.



Per ora i compensi pagati tramite voucher non contribuiscono a formare il reddito fino ad un massimo di 2.000 euro per un solo committente e 5.000 euro complessivi nell'anno.

 


Anche per i voucher, come per le normali assunzioni, avrete bisogno della documentazione del lavoratore, in particolar modo documento d'identità (con residenza/domicilo in Italia) e il codice fiscale.

 


Acquistato il voucher con cui pagherete il lavoratore, dovrete fare una segnalazione telematica tramite il sito dell'Inps.



Se volete gestire i voucher per conto vostro vi segnaliamo questa pagina del sito Inps con tutte le istruzioni:

https://servizi.inps.it/servizi/poa/form/defaultinternet.aspx

 

 

Altrimenti potete rivolgervi ad intermediari (compreso questo studio) e delegare loro la segnalazione all'Inps; in caso di dimenticanza si può fare la segnalazione lo stesso giorno della prestazione, ma si consiglia comunque di farlo con 3/5 giorni di anticipo.

http://www.fiscalteam.it/colf.htm


 

*naturalmente non possono essere sostituiti dipendenti in sciopero!


Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Macale e Cannarozzi
  • Macale e Cannarozzi
  • : Studio fiscale e di consulenza del lavoro
  • Contatti

Link